La Brexit e la speculazione finanziaria in euro

Forse non tutti sanno che una davvero ingente massa di prodotti finanziari, genericamente noti come “derivati”, grava sull’economia mondiale: un derivato viene definito come “un contratto fra due o più parti contraenti il cui valore appunto deriva dal valore futuro di un bene, di un indice di riferimento o di un soggetto finanziario”. Sono diversi … continua a leggere

Europa tra Cina e Stati Uniti: una prospettiva

Pubblichiamo il testo dell’intervista di Nicola Cesarini dell’Istituto Affari Internazionali di Roma, con Mercy Kuo, autrice del libro The Rebalance, pubblicata lo scorso 25 ottobre sulla rivista on line The Diplomat, specializzata nelle questioni che riguardano il mondo asiatico.L’intervista risulta particolarmente interessante da diversi punti di vista: in primo luogo mostra uno degli aspetti meno … continua a leggere

Una Commissione d’inchiesta regionale su Banca Marche è credibile?

Dunque, sull’affaire Banca Marche potremo contare su di una Commissione d’inchiesta. Lo ha deciso il Consiglio Regionale delle Marche, su proposta della maggioranza di governo. Il fatto in sé potrebbe anche costituire una buona notizia, se non vivessimo in un Paese dove, quando non si sa che pesci pigliare, si istituisce una bella commissione d’inchiesta, … continua a leggere

Lezioni per tutti dalla crisi della Grecia

Dialogo fra sordi   Yanis Varoufakis, il ministro greco defenestrato per permettere l’accordo con l’Eurogruppo, ha descritto così le sue discussioni con i 19 ministri delle finanze dell’Eurozona: "Non è che la discussione andava male, si rifiutavano proprio di discutere questioni economiche. Punto e basta. Tu presenti una proposta a cui hai lavorato, ti assicuri … continua a leggere

Scenario Italiano. Parte seconda: oligarchie finanziarie contro democrazia del lavoro

La lezione del 2007-2008 non è stata compresa. Basterebbe questa affermazione per definire lo scenario dell’economia mondiale dei prossimi mesi ed anni.I grandi centri finanziari mondiali, che elaborano le strategie sistemiche dell’economia mondiale, dimostrano di non volere e di non potere rinunciare all’orientamento speculativo che è insieme all’origine della crisi che ha investito il sistema-mondo … continua a leggere