A chi la responsabilità dell’abbattimento dell’Ukraine Air Flight 752?

Nell’intento di favorire un’informazione indipendente sulla situazione mediorientale, pubblichiamo l’articolo inchiesta di un esperto di intelligence, guerra elettronica ed antiterrorismo, Philip M. Giraldi, comparso sull’American Herald Tribune e poi ripreso dal sito canadese GlobalResearch. Non tutto è stato spiegato L’affermazione che il maggiore generale Qassem Soleimani fosse un “terrorista” in missione per compiere un attacco … continua a leggere

Vincitori e vinti: in memoria di Giampaolo Pansa

Nell’epoca in cui il divieto di revisione storica è diventato legge in molti di quei Paesi che pure vantano le proprie radici illuministe, è doveroso rendere omaggio alla memoria di Giampaolo Pansa, giornalista, scrittore e pubblicista che, senza mai rinnegare le proprie scelte di fondo, ha avuto il coraggio di affrontare con rigorosa ricerca di … continua a leggere

Verso la guerra in Medio Oriente?

Pochi giorni fa abbiamo commentato le significative dichiarazioni del capo di stato maggiore delle forze armate israeliane, Aviv Kochavi, che inviava un messaggio forte e chiaro in merito alla possibile futura guerra con l’Iran: un avviso così esplicito faceva sperare che si trattasse in realtà più di una mossa politica che di una diretta minaccia. … continua a leggere

La Questione Italiana

Negli oltre duemila articoli che clarissa.it ha pubblicato nella sua ormai lunga storia, ben pochi, come i lettori avranno notato, sono dedicati alla situazione politica interna dell’Italia. Non si tratta di un vezzo antipolitico: semplicemente il taglio del nostro giornale è sempre stato quello di fornire riflessioni di prospettiva, quindi più ampie dell’attualità ordinaria. Una … continua a leggere

Gente del popolo contro radical-chic: un’analisi del voto inglese

Pubblichiamo la traduzione di un interessantissimo e lucido articolo, pubblicato come liberamente condivisibile, da George Friedman, autorevole commentatore statunitense, le cui analisi meritano sempre, anche quando non condivisibili, una particolare attenzione. Lo pubblichiamo perché ci sembra estremamente utile per capire cosa sta succedendo nei sistemi parlamentari di tutto l’Occidente post-industriale. Con un’unica avvertenza: lasciamo nel … continua a leggere