Il ruolo dell’Arabia Saudita nella crescente tensione nel Golfo Persico

Avevamo segnalato un mese fa il pericoloso gioco di provocazioni in corso nel Golfo Persico; avevamo sperato che si trattasse di un maldestro tentativo di innescare una strategia delle tensione per impegnare gli Stati Uniti in uno scontro decisivo con l’Iran. Strategia della tensione nel Golfo Persico L’odierno rinnovato misterioso attacco alle petroliere in transito … continua a leggere

Eurovision 2019, ultimo appello da Gaza

Pubblichiamo l’appello dell’intellettuale palestinese Haidar Eid, comparso sul quotidiano Al Jazeera on line domenica 19 maggio 2019, semplicemente per dare voce anche a coloro che sono stati ignorati nella grande manifestazione canora europea a Tel Aviv. Gentile Madonna e concorrenti di Eurovision 2019, finora avete deciso di ignorare diverse richieste di onorare il limite indicato … continua a leggere

Eurovision 2019: Israele dà spettacolo… coi suoi missili

Mentre gli Europei si divertono guardando in televisione Eurovision 2019 di Tel Aviv, a Damasco sono i cacciabombardieri israeliani a continuare uno spettacolo che è in corso da mesi – attaccando in vere operazioni di guerra un paese sovrano. Gli attacchi aerei israeliani contro la Siria I media di stato siriani hanno infatti dato notizia … continua a leggere

Scegliersi un nemico: il dilemma Usa fra Russia e Cina

Sta maturando sempre più negli Usa la discussione sul quale potenza straniera rappresenti il vero pericolo per l’egemonia mondiale americana. La discussione è tanto più interessante in quanto riprende temi classici della politica imperiale statunitense. La linea Brzezinski Da una parte la linea più tradizionale, quella che si ispira alle idee di uno dei più … continua a leggere

Il bagno di sangue dell’Afghanistan

In questi giorni, l’ONU ha tracciato l’annuale bilancio delle vittime civili in Afghanistan: con 3.804 morti e 7.189 feriti, il popolo afghano ha pagato nuovamente il più alto tributo dall’inzio di un conflitto civile che insanguina il Paese dopo l’intervento occidentale, iniziato nel dicembre dell’ormai lontano 2001. Un bilancio impressionante In totale, si stima che … continua a leggere