La rivoluzione egiziana del 1919 e i Quattordici Punti di Wilson

Si dimentica spesso  il tributo che i popoli cosiddetti di colore diedero alla vittoria alleata nella Grande Guerra: su quasi 9 milioni di mobilitati dalla Gran Bretagna, ad esempio, ben 2,7 milioni erano truppe non britanniche. Il loro tributo di sangue fu assai alto: su 910mila caduti, 177mila infatti erano di appartenenti alle truppe coloniali. … continua a leggere

La rivoluzione irlandese alla prova dei Quattordici Punti, 21 gennaio 1919

“L’Irlanda, risolutamente e irrevocabilmente determinata a non subire più il dominio straniero, all’alba dell’era promessa di auto-determinazione e libertà, invita ogni nazione libera a sostenere la sua rivendicazione nazionale di completa indipendenza come Repubblica Irlandese contro le pretese arroganti dell’Inghilterra, fondate sulla frode e sostenute solo da una schiacciante occupazione militare, e chiede un pubblico … continua a leggere

Wilson, Bissolati, Mussolini, 11 gennaio 1919

La sera dell’11 gennaio 1919, Tommaso Marinetti ed alcuni suoi seguaci, procuratisi fortunosamente i biglietti d’invito, riescono a raggiungere i palchi della Scala di Milano, dove si attende l’intervento di Leonida Bissolati, socialista riformista, esponente durante la Grande Guerra dell’interventismo democratico. Bissolati, pochi giorni prima, ha lasciato il governo perché personalmente contrario alla rivendicazione all’Italia … continua a leggere