Lo scoppio della Seconda guerra mondiale secondo la Russia di Putin

Pubblichiamo la traduzione di un intervento che l’ambasciatore russo in Israele, Anatoly Victorov, ha scritto per un autorevole quotidiano di quel Paese, in quanto ci sembra assai interessante l’interpretazione delle cause del patto russo-tedesco, che permise alla Germania l’attacco alla Polonia: sia perché essa mette seriamente in discussione taluni dei presupposti della vulgata corrente in … continua a leggere

Alleati, pericolo rosso e terrore bianco – Ungheria 1919

Che la pace di Versailles non fosse destinata a portare pace in Europa fu ben chiaro fin da subito. Il caso più evidente, ma assai poco noto, fu il conflitto che esplose alla fine di luglio 1919 tra Romania e Ungheria. Conflitto interessante, in quanto rivelatore di come i vincitori della Grande Guerra, in particolare … continua a leggere

I Vespri Fiumani, 6 luglio 1919

Il 29 ottobre 1918 la città istriana di Fiume era stata occupata dai serbi e dai serbo-fili del Comitato croato-sloveno. Ma il 30 ottobre 1918 l’organismo rappresentativo della città – il Consiglio Nazionale italiano di Fiume – aveva invece proclamato l’annessione al Regno d’Italia, invocando esplicitamente il principio di autodeterminazione dei popoli ed i Quattordici … continua a leggere

Apre la Conferenza di Parigi, 18 gennaio 1919

La guerra mondiale si è appena conclusa con la vittoria alleata. Una vittoria di misura, resa possibile dal supporto, economico-finanziario più che militare, degli Usa, poiché in realtà le forze tedesche non sono mai state militarmente sconfitte: è stato il crollo interno, economico e politico, del paese a determinare la sconfitta della Germania. La guerra, … continua a leggere

Gilet gialli, questione sociale, democrazia

La proletarizzazione della borghesia europea apre un nuovo capitolo della questione sociale, irrisolta dai tempi del trionfo della democrazia borghese. Le proteste di questi giorni in Francia, così come il “populismo” italiano richiedono una sempre maggiore consapevolezza della vera posta in gioco in Europa. La questione sociale, ferita aperta nella storia della borghesia Sono centosettant’anni … continua a leggere