Una legge fa di Israele lo Stato di tutti gli Ebrei

Approvata lo scorso 19 luglio 2018, con un margine assai ristretto di voti (62 a 55) dalla Knesset israeliana, la Legge Fondamentale sullo stato ebraico ha il valore di una legge costituzionale, come si può rilevare dalle prescrizioni dell’articolo finale (art. 11). Molte sono le osservazioni che si potrebbero fare su questo testo, che ha … continua a leggere

Questione palestinese: un’Italia bifronte

Proponiamo all’attenzione dei nostri lettori i testi integrali delle due mozioni che il 27 febbraio 2015 il Parlamento italiano ha approvato sul riconoscimento dello Stato palestinese, questione non di poco conto nella travagliata storia, ormai settantennale del conflitto israelo-palestinese.Poiché è evidente la contraddittorietà di questo atto politico, che pone l’Italia in una posizione davvero singolare … continua a leggere

Distrutta una stazione radar della Siria rivolta verso Israele

Proprio alla vigilia del possibile dispiegamento sulla frontiera tra Turchia e Siria del sistema missilistico Patriot della Nato, gestito da personale Usa, il sito specializzato Debka, ispirato da fonti israeliane, ha dato notizia del fatto che lunedì scorso, i "ribelli" siriani avrebbero distrutto l’importantissima stazione radar siriana denominata M-1, costruita dai russi e collocata in … continua a leggere

Rinviata l’esercitazione Usa-Israele

I rapporti militari fra Usa e Israele sono al centro dei più recenti incontri di alti esponenti delle forze armate Usa con i loro interlocutori militari in Israele: incontri che fanno seguito alle numerose prese di posizione, anche ufficiali, di autorevoli membri dell’amministrazione Obama nel corso del mese di dicembre, relative alla possibilità di un … continua a leggere

Interrogativi sulle operazioni coperte contro l’Iran

Si moltiplicano in queste ore sulla stampa internazionale notizie che danno per certa l’opzione militare israeliana per fermare il programma nucleare iraniano e che evidenziano le difficoltà degli Stati Uniti nel districarsi dagli enormi rischi dello scoppio di un aperto conflitto nell’area. Ma un interessante reportage di Mark Perry su Foreign Policy dello scorso 13 … continua a leggere