La rivoluzione egiziana del 1919 e i Quattordici Punti di Wilson

Si dimentica spesso  il tributo che i popoli cosiddetti di colore diedero alla vittoria alleata nella Grande Guerra: su quasi 9 milioni di mobilitati dalla Gran Bretagna, ad esempio, ben 2,7 milioni erano truppe non britanniche. Il loro tributo di sangue fu assai alto: su 910mila caduti, 177mila infatti erano di appartenenti alle truppe coloniali. … continua a leggere

Alleanze anti-bolsceviche sul Baltico, 1° febbraio 1919

Il maggior generale Rüdiger von der Goltz non era certo un novellino, quando il 1° febbraio 1919 arrivò a Liepāja, in Lettonia. Il suo ultimo comando era stato la VI armata, che aveva duramente combattuto contro i bolscevichi in Finlandia: ora si infilava in uno dei più incredibili puzzle formatisi subito dopo il crollo dell’Impero … continua a leggere

Paura della rivoluzione in Gran Bretagna, Glasgow 29 gennaio 1919

Troppo spesso siamo abituati a pensare che i conflitti sociali alla fine della Grande Guerra abbiano interessato solo l’Europa Centrale ed Orientale, e non le democrazie occidentali. Quello che avvenne a Glasgow in Scozia, a partire dal 29 gennaio 1919, dimostra il contrario. Gli operai chiedono la giornata di 40 ore Oltre 40mila lavoratori, poi … continua a leggere

La rivoluzione irlandese alla prova dei Quattordici Punti, 21 gennaio 1919

“L’Irlanda, risolutamente e irrevocabilmente determinata a non subire più il dominio straniero, all’alba dell’era promessa di auto-determinazione e libertà, invita ogni nazione libera a sostenere la sua rivendicazione nazionale di completa indipendenza come Repubblica Irlandese contro le pretese arroganti dell’Inghilterra, fondate sulla frode e sostenute solo da una schiacciante occupazione militare, e chiede un pubblico … continua a leggere

Apre la Conferenza di Parigi, 18 gennaio 1919

La guerra mondiale si è appena conclusa con la vittoria alleata. Una vittoria di misura, resa possibile dal supporto, economico-finanziario più che militare, degli Usa, poiché in realtà le forze tedesche non sono mai state militarmente sconfitte: è stato il crollo interno, economico e politico, del paese a determinare la sconfitta della Germania. La guerra, … continua a leggere