La questione sociale nel terzo millennio

Quando abbiamo parlato di questione sociale a proposito dei gilet gialli, un attento lettore di area anglo-sassone ci ha chiesto cosa intendevamo con questa espressione. Questione sociale oggi, cosa significa? La domanda inizialmente ci ha sopreso perché in Europa continentale questione sociale o Soziale Frage sono termini ben noti in riferimento agli effetti della rapida … continua a leggere

L’ambiguo accordo Weizmann Feisal, 3 gennaio 1919

A Londra, il 3 gennaio 1919, Chaim Weizmann, leader del movimento sionista, e re Feisal dell’Hegiaz, fedele alleato degli Inglesi durante la Prima Guerra Mondiale, sottoscrivono un accordo relativo alla politica da attuare nella Palestina ex-ottomana da pochi mesi sotto controllo britannico: nell’immagine accanto sono ritratti insieme nel loro primo incontro avvenuto ad Aqaba nel … continua a leggere

Mario Carli, Futuristi e Arditi, 1 gennaio 1919

Mario Carli, uno dei più rappresentativi esponenti del Futurismo italiano, fonda a Roma l’Associazione fra gli Arditi d’Italia. In questo momento l’intellettuale futurista è ancora ufficiale di questi reparti d’assalto, che avevano svolto un ruolo rilevante nelle ultime fasi della Grande Guerra sul fronte italiano, non solo in quanto unità d’élite ma soprattutto per il … continua a leggere

“Padre della rivoluzione verde” in India condanna le colture GM come non sostenibili e non sicure

Il genetista vegetale M.S. Swaminathan, vincitore del World Food Prize, è conosciuto come “il padre della rivoluzione verde in India”, perché ha contribuito a introdurre nel paese un nuovo orientamento agronomico, influenzato dagli Stati Uniti, incentrato sulle moderne varietà ad alto rendimento di frumento e riso, con il relativo corredo di pesticidi e fertilizzanti chimici. Senza … continua a leggere

In ottobre il maggior numero di domande di asilo nella UE nel 2018

Con più di 60.500 domande di protezione internazionale presentate in tutta l’UE, ottobre è stato finora il mese con la maggior parte di richieste quest’anno.  Nonostante questo picco, le domande presentate dall’inizio dell’anno sono rimaste inferiori al 2017. Iran e Turchia tra i primi cinque paesi di origine dei richiedenti L’aumento si è riflesso in … continua a leggere